Giovanni Turria | Orizzonti nuovi

 

Immagine: SCM Press Via Cavour 30, 36040 Brendola VI, Italia info@scmpress.com

 

Il "Premio Accademia small print per la Grafica d’Arte” istituito dalla Scuola di Grafica dell’Accademia di Belle Arti di Urbino in­tende stimolare il confronto e lo scambio delle ricerche e delle espressioni artistiche dei giovani studenti delle Accademie di Belle Arti d’Italia, conferendo valore al dialogo tra le istituzioni e presentando la migliore produzione grafica incisoria di piccolo formato.

La scelta di questa distinzione sta nella salda convinzione che occorra indicare ai nostri studenti orizzonti nuovi, oltre che fornire loro strumenti di competenza tecnica e storico-critica, puntando sulla capacità di inventare nuove strade per l’incisione nelle sue varie declinazioni perché in una contemporaneità a così alta accelerazione essa non sia concepita solo nel solco della tradizione, ma come un medium complesso e vivo, ricco e profondo, in grado di dare sfumature e significati anche agli argomenti e agli immaginari del presente.

I  nostri giovani allievi devono inoltre apprendere strategie di strutturazione dei loro lavori pensando ad un sistema dell’arte complesso e globale, devono poter camminare poi da soli nel mondo. Per questo il premio che viene assegnato al vincitore è un torchio calcografico della ditta SCMpress di Brendola (Vicenza) con cui avviare una ricerca indipendente. Come hanno affermato sia Richard Sennet nel suo L’uomo artigiano che Stefano Micelli in Futuro artigiano, le abilità del fare, le facol­tà di invenzione e costruzione sono modalità basate su un apprendimento della tecnica e dunque della perizia che permette di coniu­gare con sicurezza pratica e immaginazione, cui occorre però anche dare una concretezza professionale, dunque questo vale anche per quanto riguarda il valorizzare il sapere e l’au­tenticità delle creazioni artistiche, per dare nuove speranze ai nostri giovani.

L’artista vincitore stampa inoltre la tiratura della sua opera in 100 esemplari - che verrà donata ai Musei della Stampa e della Carta italiani, oltre che ad un selezionato novero di personalità legate al mondo della grafica d’arte - assieme agli studenti dei biennio specialistico in Edizioni e Illustrazione per la Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Urbino proprio per sancire il legame tra giovani creativi.

Il   significativo numero di partecipanti, la loro varia provenienza e le differenti modalità di interpretazione della grafica d’arte che hanno mostrato questi lavori hanno trovato riscontro anche nei giudizi della commissione di giurati del Premio, comprendente Sebastiano Guerrera (Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Urbino), Gastone Mosci (già Università "Carlo Bo” di Urbino), Diego Galizzi (Conservatore del Museo "Le Cappuccine” di Bagnacavallo - Repertorio degli Incisori Italiani), Alfredo Bartolomeoli (già Scuola del Libro di Urbino), Nazarena Bompadre (artista), Biccardo Tonti (Accademia di Belle Arti di Catanzaro); Ezio Zerbato (SCMpress, Vicenza) e Ivan Pengo (Il Foglio, Milano), esponenti competenti e appassionati di questo settore.

Giovanni Turria

Docentedi di Grafica d'Arte

Accademia Belle Arti Urbino